domenica 26 maggio 2013

CHIACCHIERINO AD AGO PER CREARE GIOIELLI - QUALE FILATO E QUALI AGHI UTILIZZARE PER IL CHIACCHIERINO - NEEDLE TATTING

In questo post mi piacerebbe darvi qualche indicazione circa il tipo di filato da poter utilizzare per creare i gioielli al chiacchierino e suggerirvi con quali aghi poterli lavorare.
Direi che in assoluto il filato migliore ed il più consigliato, è quello da ricamo in quanto meno ritorto e dunque non si attorciglia durante l'elaborazione dei vostri gioielli e fra le varie marche si consiglia solitamente il DMC ovvero il Perlè che risulta appunto perlato, setoso e particolarmente lucente, ma anche piuttosto caro così come l'ANCHOR. 
Ultimamente ho acquistato il Retors D'Alsace della DMC che viene adoperato per tutti i ricami che richiedono un effetto a rilievo e che risulta egualmente valido per la creazione di bijoux al chiacchierino in quanto particolarmente lucente e facile da lavorare, ma comunque più conveniente del Perlè, quindi questa è un'alternativa da poter tenere in considerazione.
Se non esplicitamente richiesto, io solitamente il più delle volte adopero i classici gomitoli di cotone per uncinetto, di sicuro la lavorazione è un pò più impegnativa perchè tende ad attorcigliarsi con l'ago per il chiacchierino, ma se si trova un buon cotone come quello Egiziano e mercerizzato, i vostri lavori risulteranno comunque belli e lucenti spendendo per un gomitolo da 1 etto di cotone tra i 5 e gli 8 euro ( senza escludere il fatto che alcuni modelli di gioielli al chiacchierino rendono particolarmente anche con tonalità più opache).
Per quanto concerne il numero relativo allo spessore dei filati da adoperare è a discrezione di chi lo lavora e varia in relazione al risultato che vogliamo ottenere. 
Io utilizzo il n. 5 ed il n. 8, ma prevalentemente il n. 5 in quanto mi piacciono i gioielli dalle forme più decise e con questo filato riesco a dare una "consistenza" più imponente al gioiello se pur fine; mentre il n. 8 lo utilizzo quando voglio rendere l'accessorio di dimensioni leggermente inferiori oppure quando il modello è particolarmente grande ed elaborato.
Non ho mai utilizzato filati più sottili perchè non nè ho avuto la necessità dunque sostanzialmente utilizzo due aghi per il chiacchierino ovvero l'ago n. 3 per il filato n. 5 e l'ago n. 5 per il filato n. 8 (intendo i filati classici da uncinetto, se si utilizza ad esempio il Perlè n. 5 è bene adoperare l'ago n. 5); inoltre ultimamente ho acquistato un set da tre aghi della LACIS che contiene l'ago n. 3, n. 5 e n.7 e devo dire che sono piuttosto robusti e alquanto validi. Spero di essere stata in grado di darvi qualche buon consiglio e se vi fà piacere potete seguirmi sulla mia pagina facebook LE COSE DELLA ANTO in cui troverete varie foto dei miei lavori.......ciao a tutti!!!! La Anto!!!  

1 commento:

  1. Ciao! Ti ho scritto su youtube (Terrybyc). Posso chiederti dove hai preso gli aghi? E se puoi consigliarmi un libro o una rivista? Ora ti mando una mail, col mio indirizzo mail, ... prima peró son venuta qui a vedere il tuo sito. ^__^ Che curiosona che sono! XD Grazie per il tuo aiuto. Ciao!!

    RispondiElimina