martedì 26 marzo 2013

TELAIO, TELAIETTO RETTANGOLARE E CIRCOLARE PER LANA - KNITTING LOOM - COME COSTRUIRE UN TELAIO


Qualche mese fa, girovagando su internet, ho scoperto l'esistenza di questi particolari telaietti utilizzati per la lavorazione dei filati. Di fatto, in Italia non sono molto conosciuti, ma utilizzati da pochi e non risulta facile trovarli. E' possibile acquistarli on line e principalmente attraverso fornitori esteri.
Incuriosita dai numerosi tutorial presenti su YOUTUBE, ho deciso di provare a costruirne uno di forma rettangolare con listelli di legno e chiodi; ho pertanto coinvolto nell'impresa il mio compagno il quale, munito di martello, ha dato vita a questo telaietto alquanto economico!!!
Lavorare al telaio è molto semplice, è necessaria poca pratica ed i punti più utilizzati sono il punto inglese ed il punto incrociato.
Nella foto riportata in alto trovate alcuni scaldacollo bicolor che ho realizzato con il punto inglese e con filato di lana doppio.
Qualora vogliate cimentarvi nella realizzazione di un telaio versione "economica", Vi riporto qualche indicazione per poterlo creare, ma considerate che le misure riguardano il mio telaio (lo stesso della foto) con il quale utilizzo lana grossa o doppio filato.
Il mio telaietto è composto da:
- n. 2 listelli di legno di faggio di cm 2 x cm 2 x cm 40 di lunghezza (fra i due listelli vi è una distanza di cm 1,5 necessaria per far scorrere la maglia che man mano si crea)
- al centro di ciascun listello è stata inserita una fila di 18 chiodi  a testa piatta lunghi 30 mm e con diametro 1,8 mm (con distanza di cm 2 tra un chiodo e l'altro, mentre la distanza totale con il chiodo posto frontalmente risulta di cm 3,5)
- n. 2 supporti in legno di cm 2 x cm 2 x cm 5,5 di lunghezza per assemblare i listelli con i chiodi.
Se invece volete realizzare un telaio per utilizzare del filato di lana non grossa (ad esempio come i gomitoli ritratti nella mia foto, idonei per ferri del 3,5 -4) Vi consiglio di dimezzare le misure che Vi ho esposto, quindi applicare una distanza laterale tra ciascun chiodo di cm 1 ed una distanza con il chiodo frontale di cm 2 - 2,5; a tale scopo potrete dunque utilizzare chiodi e listelli più sottili, accertandoVi che il listello di legno sia capace di supportare la lunga fila di chiodi.
A presto!!! Ciao!!!!! La Anto!!!!!



4 commenti:

  1. Un'altra passione in comune ;o)

    RispondiElimina
  2. interessante!!! soprattutto il fai da te e il fatto che si possana fare creazioni senza troppa difficolta, da principianti...per caso hai qualche spiegazioni in merito a questa tecnica? grazie

    RispondiElimina
  3. Ciao, ma riesci anche a fare lavorazioni traforate e trecce?

    RispondiElimina